Il nostro appello ai privati

In questi due giorni abbiamo ricevuto tante manifestazioni di sostegno e tanti in bocca al lupo, per i recenti progressi che ha fatto la nostra causa. Grazie a tutti! Vogliamo però chiarire che siamo ancora lontani da una soluzione definitiva e che tutto può ancora succedere. Questa sarà un’altra settimana cruciale: il sindaco terrà altri importanti incontri con i restanti privati interessati dal progetto, tra cui la proprietà della Rocca stessa.

Certamente l’aver coinvolto uno dei privati che in passato non aveva sottoscritto il protocollo è un grande passo avanti, anche perché le proposte che ha fatto – a quanto ne sappiamo oggi – sono all’insegna di una generosa liberalità. Il nostro auspicio è che anche le altre parti coinvolte dimostrino altrettanta disponibilità e generosità. Solo così sarà possibile attivare quel circolo virtuoso che parte dal coinvolgimento della Fondazione Pisa e finisce – si spera – con il taglio del nastro, magari fra qualche anno.

Pertanto il nostro appello non può che essere rivolto a tali privati (proprietari di terreni e della Rocca stessa), affinché collaborino con generosità con l’amministrazione e le altre realtà coinvolte, permettendo di dare il via al percorso di recupero (già di per sé difficile). Non siamo mai stati così vicini ad una soluzione per questa annosa controversia. Non siamo mai stati così vicini a recuperare un prezioso bene storico e risollevare un’intera frazione dal degrado. Rendetevi corresponsabili di questo clamoroso passo avanti, e tutto il territorio ve ne sarà grato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.