Il nostro 2016

Anzitutto, un augurio per un felice 2016 a tutti i nostri soci, amici e simpatizzanti. Un grazie a tutti coloro che nell’anno appena trascorso hanno contribuito a portare avanti la nostra causa, dalle altre associazioni, agli amministratori, ai media, ai semplici cittadini. 

image

Il 2016 sarà un anno cruciale. Sarà l’anno che farà da spartiacque a tutta la nostra attività. Come ormai saprete benissimo, entro giugno sarà reso noto lo studio commissionato dalla Fondazione Pisa al Centro ricerca ASK della Bocconi. Questo vuol dire che avremo un primo responso di tipo tecnico: l’intero progetto di recupero della Rocca è sostenibile? Può portare a una valorizzazione del territorio? Come e da chi può essere gestito questo complesso sistema turistico-culturale?

E, aggiungiamo noi, quale ruolo può avere il territorio?

Se il responso sarà giudicato positivo dalla Fondazione Pisa, questa è pronta a investire un’importante cifra per l’acquisto della Rocca e la progettazione del suo recupero. Se tutto va bene, quindi, la seconda parte del 2016 potrebbe essere dedicata alla fase progettuale.

Insomma, come avete capito ci sono ancora molti se e molti ma. Stiamo lavorando per sbrogliare più matasse possibili e diminuire drasticamente i se e i ma.

L’11 e 12 giugno 2016 si terrà anche la Festa della Rocca, l’evento che anima il borgo di Ripafratta, i suoi monti e il suo fiume. Siamo al lavoro già da tempo per farne in assoluto la manifestazione più grande e rilevante fatta finora. Abbiamo già le conferme di tante associazioni che parteciperanno, organizzando ognuno una propria iniziativa: Piedi in Cammino per le escursioni, Slow Food per il buon cibo e i buoni sapori, Aguaraja per gli sport d’acqua in fiume, Pisa Ghibellina per le rievocazioni medievali, il Gruppo Archeologico Vecchianese per le visite guidate, la FIAB per la biciclettata da Pisa a Ripafratta; e poi i Dèi Camminanti, il CAI, l’SWRTT Soccorso Fluviale e tanti altri che speriamo di avere con noi per animare le due giornate di festa.

Intanto, il nostro tesseramento 2016 è iniziato con un’assemblea pubblica, lo scorso dicembre, presso Villa Danielli Stefanini a Ripafratta. Per iscriversi alla nostra associazione e sostenerci, il procedimento è qui: http://salviamolarocca.it/associazione

In questo anno che abbiamo di fronte proseguiranno anche le nostre collaborazioni con le altre associazioni che si occupano di salvaguardare, valorizzare, promuovere il territorio. Il primo appuntamento, a febbraio, con gli “Amici di Pisa” per una proiezione del documentario “La Rocca nel bosco – Il tesoro perduto di Ripafratta”, proprio a Pisa.

I nostri buoni propositi per l’anno appena iniziato li conoscete. Se possiamo esprimere un desiderio, invece, è quello di veder ulteriormente crescere la partecipazione del territorio, dei cittadini, degli esercizi commerciali. Iscrivendosi alla nostra associazione e partecipando alle iniziative, anzitutto. E, perché no, proponendo e commentando, sviluppando tutti insieme un percorso di recupero non solo della Rocca ma anche della comunità di Ripafratta.

Buon 2016 e a presto,

Ass. “Salviamo La Rocca”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.