L'associazione

"Salviamo La Rocca aps" è un'associazione senza scopo di lucro, nata nel 2012 ad opera dei cittadini di Ripafratta e di varie associazioni locali con l'obiettivo di promuovere il recupero della Rocca di San Paolino e del suo territorio.

Salviamo La Rocca aps è iscritta al Registro regionale toscano delle associazioni di promozione sociale e all'Albo delle pro-loco della provincia di Pisa.

Cosa facciamo

L'associazione promuove incontri, confronti e proposte alle istituzioni pubbliche, ai privati e alle altre realtà del volontariato e del terzo settore per arrivare al recupero della Rocca di San Paolino e alla riqualificazione del suo territorio. Organizza inoltre iniziative, dibattiti, conferenze, pubblicazioni, visite guidate ed escursioni per far conoscere i beni storici, il borgo, il paesaggio di Ripafratta e dei dintorni.

Il museo didattico della Rocca e del suo territorio

Nel 2017 Salviamo La Rocca aps ha approvato la realizzazione di un museo didattico territoriale presso i locali di Villa Danielli Stefanini, nel cuore di Ripafratta. Il piccolo museo, che comprenderà anche un centro documentale, guiderà i visitatori attraverso la storia della Rocca di San Paolino, delle sue torri, del borgo e delle tradizioni del territorio. Il progetto ha avuto il patrocinio del Comune di San Giuliano Terme.

Il Centro civico di Ripafratta

Dal 2017, Salviamo La Rocca ha in gestione il Centro civico comunale "E. Del Genovese" di Ripafratta; qui si trova anche la sede legale dell'sociale. La struttura, con le sue sale e le sue dotazioni, è a disposizione delle associazioni e dei cittadini del territorio per riunioni, incontri, assemblee, corsi.

Accordi e convenzioni

L'associazione ha in essere una convenzione insieme al Dipartimento di Ingegneria DESTeC dell'Università di Pisa e al Comune di San Giuliano Terme, per la realizzazione di progetti di recupero sulla Rocca di Ripafratta. Un protocollo d'intesa è attivo anche tra associazione, Università di Pisa e Comune di San Giuliano Terme per individuare il percorso migliore per arrivare al recupero del bene storico: in applicazione del protocollo, dal 2019 è stato costituito  un comitato congiunto fra i tre enti.

Salviamo La Rocca ha stipulato una convenzione con il Consorzio di Bonifica Basso Valdarno per avere accesso all'affaccio sul percorso sotterraneo del Fosso del Mulino, a Ripafratta; l'associazione lo fa visitare in occasione di manifestazioni e visite.

Salviamo La Rocca ha anche in essere una convenzione con il Consorzio di Bonifica Toscana Nord per il monitoraggio dei corsi d'acqua del territorio: canale Ozzeri, Rio di Ripafratta, Fosso di Farneta.

Il gruppo "Fortezze di confine"

Salviamo La Rocca ha costituito, insieme all'associazione "Il Castello" di Nozzano (LU), al Gruppo Archeologico Vecchianese (PI), e alla sezione pisana di Italia Nostra Onlus, il gruppo "Fortezze di confine", volto a promuovere la valorizzazione e il recupero dell'intero sistema fortificato di confine tra Pisa e Lucca. Il gruppo organizza manifestazioni e visite congiunte.

Contatti

Indirizzo della sede

via Statale Abetone, 264
56017 - Ripafratta (PI)
c/o Centro Civico Comunale

Mail e pec

info@salviamolarocca.it
associazione@pec.salviamolarocca.it

Altri contatti

Facebook Messenger: @salviamolarocca

Sostienici

Seguici sui social

Consiglio direttivo

Presidente onorario: Nicola Aliberti

Presidente: Francesco Noferi

Vicepresidente: Baldassare Fronte

Segretario: Alessandro Ciucci

Tesoriere: Alfiero Quilici

Consiglieri
Gaetano Angelici
Lavinia Bianchi
Paolo Bracaloni
Livio Burbi

Enrico Bustaffa
Silvia Carani
Sandro Dell’Innocenti

Marta Madrigali
Luca Magnozzi
Marzia Mengali
Claudio Romani

Sono inoltre costituiti i seguenti gruppi di lavoro, aperti a soci e non soci (per aderire scrivete a info@salviamolarocca.it):

Gruppo Festa della Rocca

Gruppo sviluppo turistico

Gruppo iniziative e eventi

Gruppo interventi sul territorio

Gruppo fundraising

Gruppo Comunicazione